Facebook Twitter Gplus RSS
Home dx VK0EK Heard island, The last one..

VK0EK Heard island, The last one..

Pubblicato il 5 aprile 2016, da in dx.

bigben
Eh si, ci siamo arrivati, il 26 marzo 2016 alle 12.15 “terminava” la mia rincorsa al Dxcc, VK0EK da Heard finiva a log in 12m cw, dopo esattamente 17 anni e 5 mesi dal quel 10/10/1998 data di arrivo della licenza provvisoria, come si chiamava allora, che mi permetteva di trasmettere in HF, e data anche del mio primo qso in HF !

E’ un traguardo importante per un radioamatore che ama il dx come me, intesi.. ci si arriva a gradi, nel senso che negli ultimi anni i NOA (o ATNO in inglese…), i paesi nuovi assoluti, erano sempre più rari, l’ultimo prima di Heard era stato K1N un anno fa etc.  quindi ad un certo punto di rendi conto che ci stai arrivando, che “basta” che qualcuno vada in quell’entità per averla a log,  quindi magari non c’è la sorpresa o i salti di gioia, ma cmq la vita non si sa mai cosa ci riserva e non c’è mai niente di certo fino a quando non si verifica, e resta una bella soddisfazione, da gustarsi lentamente.

Non partecipo, almeno non l’ho mai fatto per adesso, attivamente al diploma Dxcc o Challenger etc.  però direi che se uno ama il dx è impossibile non restare affasciati dalla lista dei paesi dxcc appunto, la prima volta che l’ho vista avevo 12 anni, era su di un RadioKit del 1991 e subito catturò la mia immaginazione, nonostante amassi la geografia a scuola, leggere posti con nomi esotici come “Burma” “Revillagigedo” “Bouvet island” che non sai e non puoi sapere dove sono se non sei un radioamatore, ti fa per forza esclamare “ma come si possono collegare tutti ?! Chi mai ci andrà laggiù ?!”

E “laggiù” ci vanno per fortuna, ci sono sempre OM attivi da qualche parte, qualche paese o isola molto remota e rara nel Mondo, om che sono li per motivi personali.. lavoro, vacanza, oppure proprio con il solo scopo di trasmettere da un posto raro e ricercato tra di noi “malati” di dx, e naturalmente le mega spedizioni, pensate, organizzate e finanziate a questo scopo, e questo secondo me dovrebbe darci “fiducia” anche per il futuro della radio, tante volte ci lamentiamo che il radiantismo è in crisi, che ci sono sempre meno OM etc. etc.  beh, sicuramente alcune problematiche esistono in questa società che sta cambiando ad una velocità mai vista nella storia umana, però ci sono anche tanti segnali in contro tendenza, e secondo me accendere le HF e trovare da qualche parte, in qualsiasi periodo dell’anno e del ciclo solare, su qualche banda adatta al momento, attività, altri om da tutto il mondo pronti a collegarci, è il nostro punto forte !
Con il tempo, facendo radio lo diamo per scontato, ma pensiamoci un po’.. è qualcosa di molto grande, di immenso che dovremmo apprezzare di più.

Ed è questo che negli anni mi ha permesso di restare appassionato alla radio, al dx, nonostante lo score dxcc cominciasse ad esaurire i “NOA” ed anche adesso che ho “finito” la famosa lista”, non mi sento demotivato o “arrivato”, per fortuna trovo ancora molta soddisfazione nel collegare “l’americano” /M dalla macchina in 10m il giapponese qrp in cw in 40m, o il tizio che trasmette ad una zona remota della Russia Asiatica o dell’Australia etc.

Mi sono avvicinato all’attività IOTA, non tanto per avere un’altra “classifica” da scalare, ma semplicemente per la soddisfazione di collegare spedizioni e stazioni, spesso davvero poco attrezzate e precarie, da angoli remoti del mondo, passione che proprio non viene mai meno !

Qualcuno mi chiede come “hai fatto a fare tanti paesi in poco tempo ?”, ovviamente non sono certo ne il solo ne il primo ad aver raggiunto questo traguardo in questi anni, ma direi che l’aspetto più importante è il tempo, tempo e flessibilità.
Non nascondo che, soprattutto nei primi anni di attività, quindi fine anni ‘90 primi 2000, ho dedicato molto, a volte anche “troppo” tempo al dx, passiona nata anni prima da ragazzino come swl e poi finalmente sfogata come OM sulle bande HF, ci davo davvero molto dentro, collegando tutto quello che c’era.
La piccola ma importante esperienza da swl, soffrendo nell’ascolto del dx con fili o antenne davvero semplici, mi aveva aiutato a scegliere un setup da OM, adatto a quello che mi piaceva fare, il dx, quindi a differenza di tanti OM che all’inizio (giustamente per carità..) iniziano con fili o verticali, installai subito una direttiva 3el, ed appena fu possibile mi procurai un vetusto piccolo amplificatore HF, che se ne dica, aiuto immenso nel lavorare dx e spedizioni, non meno importante della direttiva.
Erano anni di eccellente propagazione, il picco del ciclo 23°, molto migliore dell’attuale 24, ma mi si permetta di dire che erano anni anche più tranquilli a livello di qrm se non di dqrm purtroppo qualsiasi sia la ragione, e gli om dediti al dx meno di adesso, il risultato era quello di una maggiore facilità nel collegare dx e farsi ascoltare, nonostante mezzi in media o addirittura sotto.
Mi ricordo quando misi un banale dipolo rotativo per le warc, invece dei soliti fili, in 12 e 17m spesso passavo alla prima chiamate.. un setup che oggi sarebbe quasi ridicolo !

Presto mi avvicinai anche al mondo dei contest, ottenendo risultati per me “sorprendenti” dal mio qth urbano e con antenne molto semplici, contest che ritengo aiutino molto nel migliorare lo skill di un operatore anche nel lavorare dx, in fin dei conti cosa fai in contest ? Prendi call e progressivi, spesso complicati, in un mare di qrm, questo non può che aiutarti anche nella caccia al dx, migliorando le tue capacità di comprendere sufficientemente bene segnali al limite o volutamente disturbati…  😉

Non ho molto altro da aggiungere… nel tempo il mio setup è leggermente migliorato, ma non eccessivamente, non ho grandi risorse da dedicare alla radio, non ho spazi infiniti, infatti sono limitato ad dinamica 3el su un palo di 6m sul tetto di casa… in piena zona urbana, e fili o verticali dai 40m in giù, 6m che per tanti “puristi” pregiudicherebbero mortalmente le performances di qualsiasi direttiva, che vi devo dire ?   😉
Il Setup è lo stesso ormai da anni, uso sempre un FT-1000MP del 2000, radio con tecnologia anni ’90, ed un lineare Commander dello stesso periodo.

Un consiglio ? Difficile…. Credete nei vostri mezzi e nelle vostre capacità !
Cercate di migliorarvi.. di apprendere qualcosa durante la caccia al dx, come operano.. come gestiscono lo split, ascoltate, ascoltate, ascoltate…. Ma prendetevi anche il tempo di scoprire qualcosa di più sul paese o l’entità, il web ormai apre a chiunque tutto il sapere in pochi istanti, date un’occhiata alla geografia, alla storia di un paese, non vi farà salire più velocemente la vetta del dxcc e nemmeno guadagnare di più, ma vi renderà migliori.  😉

dxcc

 

Cattura