Facebook Twitter Gplus RSS
Home dx HF beacons…. ma sono buoni da mangiare ?!

HF beacons…. ma sono buoni da mangiare ?!

Pubblicato il 24 maggio 2013, da in dx.

Rispondendo al provocante quesito del titolo, no, non lo sono…  e nemmeno da collegare, ma possono essere molto utili per capire le condizioni propagative in un certo momento in una certa banda, al di là di predizioni, calcoli, software per la propagazione etc. , i beacons ci danno un’indicazione reale, vera, quello che ascoltiamo è un trasmettitore, quindi se ascoltiamo quello di ZS, per dire, non ci sono dubbi, la tratta è aperta !

I più noti, ed anche i più facilmente monitorabili, sono quelli del NCDXF, una rete di 18 tx sincronizzata, installati in vari paesi del Mondo, attiva ormai da molti anni.

Questi trasmettono dai 20 ai 10m, warc incluse, con max 100w ed un’antenna verticale, una R7 o qlc di similare.

Usano le frequenze di : 14.100 18.110 21.150 24.930 28.200 in cw appunto, se li vogliamo ascoltare in USB, bisogna spostarsi un “pelo” più in basso, altrimenti la nota sarà troppo grave, di solito intorno a 99.2 109.2 etc. circa 0.8khz più in basso, altrimenti mettete l’rtx in CW e non ci sono problemi.

Chi non ha problemi con il cw, non ha bisogno di altro, si sintonizza lì ed aspetta il call, la sequenza è questa:

Call + 4 linee a vari livelli di potenza, per esempio “ZL6B TA TA TA TA ” il call e la prima linea sono a 100w, la seconda linea a 10w, la terza a 1w, la quarta ed ultima ad 100mw.

I beacons sono organizzati in modo da non trasmettere mai uno sopra l’altro, ognuno trasmette la sequenza dai 20 ai 10m a salire e riparte, tutti con orologi sincronizzati via internet o atomici, il “giro” completo impiega circa 3 minuti.

Per facilitare l’ascolto, sia per chi il cw non lo conosce troppo bene, oppure, con segnali molto deboli non riesce a prendere il call (che appunto viene ripetuto una volta sola ogni 3 minuti su ogni banda) o per comodità per non restare sulla frequenza ad aspettare, esistono vari software che ci dicono, su di una mappa, quale beacon trasmette in questo momento su di una data banda.

Alcuni log di stazioni includono questa feature, come Logger32, altrimenti ne esistono molti altri, sia per pc, mac, dispositivi portatili etc. una lista c’è la fornisce lo stesso sito del NCDXF.

Se non si dispone già di un software adatto, io consiglierei Voaprop di G4ILO, che è un buon programmino per la propagazione, ed inoltre, indica anche i beacon sulla mappa.

Naturalmente, occorre che l’orologio del nostro pc sia ben sincronizzato, di solito adesso che disponiamo di connessioni flat broadband non ci sono problemi, il sistema operativo sincronizza l’orologio molto di frequente via internet, i nostri cellulari idem, in ogni modo, se non ascoltiamo niente e qlc non ci quadra, un’occhiatina all’orologio potrebbe essere utile..

Vi mostro la schermata dell’utility di Logger32 per i beacons, ma non differisce di molto rispetto a quella di Voaprop o altri programmi, una mappa del Mondo, dove sono riportate le location dei trasmettitori ed in rosso quello che in quel momento sta trasmettendo, in questo caso, VE8AT sui 17m.

Click this bar to view the full image.

Click the image to open in full size.
Logger32, usa dei colori per indicare lo stato, verde quelli attivi, rosso quello che sta trasmettendo, giallo quelli momentaneamente fuori usi o fermi (anche se questo stato non si aggiorna automaticamente…).

Voaprop invece, mostra sulla mappa, banda per banda anche quello, solo il bcn che sta trasmettendo in quel momento, e non mostra quelli inattivi, in ogni modo, nella barra in basso del programma, scrive sempre il call di quello che “dovrebbe” trasmettere in quel momento.

Click this bar to view the full image.

Click the image to open in full size.

Click this bar to view the full image.

Click the image to open in full size.
Negli ultimi tempi, quelli più “noti” ed inattivi sono RR9, 4S7, YV5 e 4U1, quest’ultimo si trova a NY, sul tetto del palazzo di vetro dell’ONU, molto utile per indicarci aperture con la east cost USA, ma appunto è fermo da molto tempo per via di lavori di ristrutturazione sul palazzo stesso…

Di solito i momenti di qrx non sono lunghissimi, e le riparazioni vengono effettuate velocemente, ma dipende tutto dalla disponibilità degli OM locali che li custodiscono, e quindi, di questo va tenuto di conto quando magari non se ne ascolta qualcuno, che fino al giorno prima arrivava (propagazione a parte…).

In ogni modo su questa pagina del NCXDF, trovate lo “stato” dei beacons.

Non mi pare ci sia molto da aggiungere, ritengo i beacons molto utili per farsi un’idea di come girano le cose, spesso si ascoltano, magari con tutte le 4 linee (anche quella a 100mw !) in una banda deserta.. può essere utile allora anche spottarli sul dx cluster, come indicazione “Guarda, sento quello di KH6, la banda è aperta, dove siete tutti ?!”, personalmente cerco di evitare di spottare il call, stile : “dx 18110 zl6b band open !”, in quanto so di alcuni andati a chiamare lo ZL6B ! Penso che un buon modo sia quello di “mettere le mani avanti” ed usare una stringa stile : “dx 18100 bcn w6/kh6 band open”

Naturalmente, se qlc volesse spottarli, mi raccomando di usare un minimo di logica, escludendo le cose più banali e scontate..

Buoni ascolti !

E se sentite il beacon di KH6, ma la banda è deserta.. non prendetevela con la vostra antenna !

Tags: , ,